Guardando al futuro: nuovo Direttivo quasi tutto al femminile e nuova veste del Premio Psyche per il 2017

Teatroterapia – Introduzione
7 ottobre 2016

L’associazione Iter Onlus si occupa dal 2004 di integrazione nel campo della salute mentale nel comune di Minturno e ha espresso in un nuovo direttivo, eletto il 31 agosto scorso, l’esigenza di un rinnovamento che le consenta di operare in modo più incisivo nel tessuto sociale.

Sono ormai dodici anni che Iter lavora a stretto contatto con la Comunità Terapeutica Maricae, proponendo attività di prevenzione e di sostegno a vantaggio di coloro che vivono in prima persona il disagio e dei loro familiari: si è trattato di iniziative di carattere specifico, ad esempio di tutoraggio nel reinserimento sociale e lavorativo, o a respiro più ampio, rivolte a sensibilizzare il pubblico di fronte a sofferenze apparentemente difficili da capire. L’impegno di Iter è stato possibile grazie all’autofinanziamento e agli introiti di eventi di beneficenza organizzati con la collaborazione di attività commerciali locali, come il recente “CREAperiTIVO”, tenutosi nel marzo scorso presso la terrazza del Bar Morelli.
L’evento che, in particolare, ha contraddistinto nell’ultimo decennio l’operato dell’associazione è il Premio Psyche, un concorso indetto ogni anno sul territorio nazionale, che mira a esaltare il potere terapeutico della creatività in qualsiasi sua forma: le arti visive e plastiche, il teatro, la musica, la poesia, la fotografia. Nel tempo sono state numerose le adesioni di Comunità Terapeutiche, Dipartimenti di Salute Mentale e singoli partecipanti che hanno confermato quanto fosse importante, per chi affronta momenti difficili, la possibilità di trovare un senso altro al proprio vissuto e condividerlo.

Nella giornata conclusiva del concorso si realizza infatti una vera e propria festa che riunisce utenti, operatori, familiari, amici e persone sensibili che, stimolati dall’occasione e da quella speciale disponibilità alla comunicazione di sé che le arti facilitano, confrontano le proprie esperienze, puntellate di difficoltà e di successi, e si trasmettono vicendevolmente i sogni e i progetti di rinascita. Per la giornata dedicata al Premio Psyche il nostro comune ha accolto ogni anno quindi nuovi ospiti curiosi ed entusiasti provenienti da tutta Italia, che hanno goduto dell’ospitalità di alcuni albergatori del luogo, delle bellezze del centro storico di Minturno e degli scenari paesaggistici che lo abbracciano.

La composizione del nuovo direttivo quasi tutto al femminile riflette così il desiderio di valorizzare la diversità e combattere il pregiudizio che spesso la opprime, scuotere dall’indifferenza e coinvolgere maggiormente la comunità sociale nel campo del benessere degli individui e dei gruppi. È stato quindi con estrema naturalezza che si è inaugurato il nuovo corso proponendo di aprire la partecipazione al Premio Psyche anche a persone non direttamente portatrici di disagio mentale, che abbiano voglia di mettersi in gioco e di aiutare Iter a promuovere conoscenza e integrazione. La sofferenza può avere tante facce così come tante sono le strategie possibili per una vita migliore.

Il nuovo Iter si avvale di un gruppo molto più composito, forte di competenze diverse, dalla psicologia all’educazione e alle arti terapie, e di passioni coinvolgenti come l’escursionismo e la gastronomia. Come nuovo presidente è stato scelto Ciro Bucciero, cofondatore di Iter onlus, couselor, esperto tecniche animazione teatrale, come vice presidente la dottoressa Consuelo Matano, consigliere Anna Molisso, Annalisa Limone e Fabrizia Ferrara. Attorno al progetto, volontari di diverse età e provenienza professionale già attivi nel territorio provinciale e che aiuteranno ad arricchire ed estendere l’operatività delle iniziative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *